Articoli su Londra

Alloggio a Londra Informazioni Corsi di inglese Lavoro Hotel e Ostelli in tutto il mondo Viamundis 

Cosa vedere a Londra (150 luoghi) Impara l'inglese: archivio di oltre 200 mila testi di canzoni 


Secondo la TV Sky Tony Blair si dimettera’ il 4 Maggio 2007

Secondo la TV Sky Tony Blair si dimetterà il 4 maggio 2007

Http://repubblica.it

Downing Street: “Parlerà, ma niente date”
LONDRA – Sky Tv ha anticipato la data delle dimissioni del premier britannico Tony Blair, che dovrebbe essere annunciata ufficialmente in giornata. Secondo l’emittente televisiva, che cita importanti membri del Partito laburista, il premier si dimetterà dalla carica il 4 maggio del 2007.

Secondo Sky Tv Blair illustrerà in giornata una precisa tabella di marcia sui tempi del suo abbandono di Downing Street. Gli strateghi del primo ministro sperano che la mossa metta fine alla rivolta che sta scuotendo il Labour (diversi deputati in questi giorni si sono infatti dimessi per protesta).

Downing street, secondo quanto riporta l’agenzia francese Afp, ha precisato che Blair farà una dichiarazione nel pomeriggio di oggi sul suo avvenire alla testa del governo, senza però dare una data precisa delle dimissioni.

 

Blair vola Low Cost Italia-Londra

Blair vola Low Cost Italia-Londra 

http://unita.it 

Il primo ministro britannico Tony Blair è rientrato a Londra dalle vacanze trascorse in Toscana con un aereo di linea della compagnia low cost Ryanair. Blair è decollato dall´aeroporto romano di Campino ed è atterrato a quello londinese di Stansted. Lo rivela la stampa britannica, che cita come fonte il direttore dell´aeroporto. Il biglietto è costato 72 euro.

Blair recentemente era stato criticato per l´uso disinvolto degli aerei ufficiali per spostamenti personali, in particolare per il rientro dalle vacanze. Il ministro della difesa era stato costretto ad ammettere che il capo del governo aveva fatto spendere all´erario 130mila sterline (l´equivalente di 190mila euro) per spostamenti aerei non motivati con ragioni ufficiali.

Blair è salito a bordo del Boeing 737 della Ryanair con sette accompagnatori. L´unico “riguardo” riservato al premier è consistito nella prenotazione dei posti. L´aereo è partito con 25 minuti di ritardoo perché ha dovuto essere ispezionato dagli artificieri con cani poliziotto

Blair potrebbe lasciare nel 2007 forti tensioni con Gordon Brown

Blair potrebbe lasciare nel 2007
forti tensioni con Gordon Brown

http://www.repubblica.it
LONDRA – Non sarebbe piaciuta al cancelliere dello Scacchiere Gordon Brown la proposta di Tony Blair di farsi da parte nell’autunno del prossimo anno, senza fissare una data precisa per l’avvicendamento. E’ quanto rivela una fonte di Downing Street citata dal Sunday Times, riferendo di conversazioni private che i due leader laburisti hanno avuto negli ultimi due mesi.

 

Il premier britannico ha più di una volta offerto al suo ministro delle Finanze un “periodo di tempo” indicativo entro il quale congedarsi e che non dovrebbe superare il congresso del Partito a novembre, ma senza mai parlare di date, nella convinzione che potrebbe fare il gioco degli avversari, usciti rafforzati dal voto amministrativo del 4 maggio.

 

Brown, si legge sul domenicale, sembra non gradire l’accordo, ritenendolo una “trappola per elefanti”. Il cancelliere teme infatti che la contropartita potrebbe essere l’appoggio a tutte le riforme più controverse che Blair intende portare avanti su sanità, istruzione e sicurezza, in particolare sulla reintroduzione delle carte d’identità. Per i fedelissimi di Blair il rifiuto di Brown potrebbe essere un modo per far capire al premier che farebbe bene a lasciare Downing Street entro quest’anno, possibilmente entro quest’estate.

 

A complicare ulteriormente la situazione circolerebbero voci, scrive ancora il domenicale britannico, riguardo a una possibile candidatura, alternativa a Brown, del neo ministro dell’Interno John Reid. Stando a quanto riferito da diverse fonti, citate dal Sunday Times, l’ex titolare della Difesa, spostato agli Interni dopo il rimpasto di governo seguito alla disfatta del voto amministrativo, avrebbe sondato il parere di diversi colleghi sulle possibilità reali di una sua candidatura. Notizia smentita da un suo portavoce, che ha definito le speculazioni “ridicole” e del tutto prive di fondamento.

A tener viva l’accoglienza, ci pensa l’associazionismo che trova oggi nuova vitalità. Si prenda l’esperienza di Marco Badini, che rappresenta la seconda generazione, guida l’associazione di Gropparello (è il più giovane presidente delle associazioni di Piacenza Insieme), e ha preso in consegna il testimone dal padre cavalier Egidio Badini, classe 1931, che si spostò a Londra nel secondo dopoguerra.

Londra, Blair sconfitto alle elezioni amministrative

Londra, Blair sconfitto alle elezioni amministrative

http://today.reuters.it 

Gli elettori inglesi hanno assestato ieri un duro colpo al primo ministro britannico Tony Blair con i risultati che hanno mostrato una sconfitta per il partito laburista alle elezioni amministrative, portando un ministro a prevedere un prossimo rimpasto di governo.

Tra accuse di incompetenza e scorrettezza nelle ultime settimane, gli analisti affermano che questi pessimi risultati potrebbero accelerare l’addio di Blair. Il primo ministro aveva detto che avrebbe abbandonato prima delle prossime elezioni generali previste per il 2010, ma non aveva posto nessuna scadenza.

“Non è una bella serata per noi, è una pessima serata” ha detto ieri il ministro John Reid alla Bbc.

“Ma quando si guarda alla percentuale di voti al momento sembra che si tratti del mantenimento dello status quo per noi”.

Diversi critici hanno attaccato Blair nelle ultime due settimane a causa di vari fallimenti, come l’estradizione dei prigionieri stranieri, i tagli al personale ospedaliero e l’ammissione da parte del suo vice di aver avuto una relazione extraconiugale.

Il ministro Goeff Hoon ha detto di aspettarsi un rimpasto da parte di Blair nel tentativo di ridare slancio all’azione di governo.

“Sembra che questo sia il momento giusto, è tempo per una nuova squadra di governo” ha detto Hoon alla Bbc. “Ci sarà un rimpasto, ne sono certo” ha aggiunto.

Le elezioni di ieri riguardavano circa 4360 consiglieri comunali per 176 assemblee locali. La perdita di più di 200 seggi sarebbe considerato un pessimo risultato per il partito laburista, dicono gli analisti.

Con i risultati in arrivo da 140 consigli comunali, i laburisti hanno perso 192 seggi rispetto ai 204 in più conquistati dai conservatori e i due persi dai liberaldemocratici, il terzo partito nel Regno Unito.

 

BLAIR-BROWN, ALTERNANZA ENTRO DUE ANNI

BLAIR-BROWN, ALTERNANZA ENTRO DUE ANNI  
 
Londra, 29 gen. (Adnkronos) – ”Nuovo accordo” fra Tony Blair e Gordon Brown. ”Entro due anno”, il cancelliere dello scaccchiere, eterno numero due del Labour, malgrado precedenti promesse del Premier, assumera’ la leadership del partito. A renderlo noto in una intervista alla BBC e’ stato l’esponente laburista David Blunkett che lo scorso novembre era stato costretto a dimettersi dal governo, per la seconda volta in poco piu’ di un anno. 
 

Pagina successiva »