Articoli su Londra

Alloggio a Londra Informazioni Corsi di inglese Lavoro Hotel e Ostelli in tutto il mondo Viamundis 

Cosa vedere a Londra (150 luoghi) Impara l'inglese: archivio di oltre 200 mila testi di canzoni 


Londra: cinture allacciate e cellulari rigorosamente spenti!

 Londra: cinture allacciate e cellulari rigorosamente spenti!

Incidente aereo Heathrow LondraCon le cinture allacciate e ben composti nel vostro sedile vi apprestate a fare il vostro solito viaggio di routine verso casa, una volta al mese o una volta ogni 6 mesi, dipende dalla nostalgia.

Vocii dei soliti chiassosi quando alle 6 del mattino magari preferireste dormine…le solite informazioni che vi rimandano alle norme di sicurezza, che ormai ritenete di sapere a memoria…ed eccovi pronti alla partenza.
Ma non siete i passeggeri di un treno o di una macchina, siete in aereo, un luogo dove le precauzioni non sono mai troppe; lo sanno bene coloro che si sono ritrovati nel grande aereo Boeing 777 della British Airlines Pechino-Londra e che come voi si saranno sentiti ripetere per l’ennesima volta: “I passeggeri sono pregati di spegnere i telefonini e di non riaccenderli fino a quando non avremo raggiunto la destinazione”.

Quante volte si sarà capitato di vedere i ‘soliti ignoti’ (o ignobili) accendere il proprio telefonino per una foto da scattare alle bianche innevate Alpi? Quante volte lo stesso piccolo oggetto veniva acceso per ascoltare un pò musica?
E voi? voi vedete passare nella vostra mente, a rallentatore, quei contrastanti stati d’animo che sembrano riepilogare le vostre insicurezze più remote: avvisare la hostess o lasciare perdere? Che fare?
Ebbene, da Londra arriva la risposta anche a questo quesito. Non fosse per la tragedia sfiorata all’aeroporto di Heathrow che avrebbe potuto causare la morte non solo dei passeggeri dell’aereo e dello staff ma anche di molti abitanti della città londinese, vista la vicinanza dell’aeroporto al centro abitato.

Il pilota del volo intercontinentale della British Airways (definito un eroe) è stato, infatti, costretto ad un atterraggio d’emergenza pare per una avaria ad entrambi i motori dell’aereo. Solo feriti e contusi, ma il bilancio poteva essere ben più grave! Tale avaria sembrerebbe essere stata causata proprio dall’interferenza di un telefono cellulare con i comandi di bordo, che ben sappiamo essere computerizzati.
È questo il pericolo portato dai cellulari accesi in aereo: non solo interferenze con vocii o brusii ma vere e proprie azioni di scambio delle frequenze che possono modificare i commandi di bordo.

Come informano i maggiori quotidiani londinesi, i commandi di bordo non sono nuovi a questo tipo di avvenimenti diciamo ‘accidentali’; il precedente riguarda infatti una signora inglese che avendo smarrito i bagagli decide di fare una telefonata al numero del ‘Lost & Found’ dell’aeroporto; strano che con sua grande sorpresa la sua telefonata sia finita proprio nella cabina di pilotaggio di uno dei tanti Boing 777 (sempre della BA) che per giunta era posizionato nella stessa linea di atterraggio del volo Pechino-Londra in questione.

I due casi sono al vaglio degli investigatori e dei tecnici della sicurezza aerea, a noi per ora non rimane che portare nel nostro bagaglio aereo un pò di responsabilità in più, quindi, please, cercate di non dimenticare il telefonino acceso mentre si viaggia in aereo, sempre se volete arrivare sani e salvi,…ring ring..ops!

British Airways, cosi’ di linea, cosi’ low cost

British Airways, così di linea, così low cost
http://travelblog.it
British Airways si candida a diventare la prima compagnia di linea low cost: direi che la dicitura compagnia-di-linea-low-cost è troppo lunga. Se il progetto di BA avesse successo bisognerà inventare un neologismo.

Stessi servizi delle compagnie di linea e tariffe analoghe a quelle delle compagnie low cost. In più, massima flessibilità con la possibilità di acquisto di singole tratte e di effettuare modifiche alla prenotazione fino al giorno precedente la partenza. Tutti i dettagli qui.

Il first move della compagnia britannica è stato quello di tagliare fino al 70% le tariffe point to point da tutta Europa verso l’aeroporto di Londra Gatwick. Dall’Italia si vola a partire da 19 euro (tariffa valida per singola tratta, tasse e supplementi esclusi). Una competizione che, a livello europeo, interesserà più di 30 rotte di cui sette in Italia.

Ho fatto una prova velocissima e ho trovato un tragitto 1-5 settembre – Bologna – Londra Gatwick – a/r – a 125 euro tasse incluse.