Articoli su Londra

Alloggio a Londra Informazioni Corsi di inglese Lavoro Hotel e Ostelli in tutto il mondo Viamundis 

Cosa vedere a Londra (150 luoghi) Impara l'inglese: archivio di oltre 200 mila testi di canzoni 


Blair potrebbe lasciare nel 2007 forti tensioni con Gordon Brown

Blair potrebbe lasciare nel 2007
forti tensioni con Gordon Brown

http://www.repubblica.it
LONDRA – Non sarebbe piaciuta al cancelliere dello Scacchiere Gordon Brown la proposta di Tony Blair di farsi da parte nell’autunno del prossimo anno, senza fissare una data precisa per l’avvicendamento. E’ quanto rivela una fonte di Downing Street citata dal Sunday Times, riferendo di conversazioni private che i due leader laburisti hanno avuto negli ultimi due mesi.

 

Il premier britannico ha più di una volta offerto al suo ministro delle Finanze un “periodo di tempo” indicativo entro il quale congedarsi e che non dovrebbe superare il congresso del Partito a novembre, ma senza mai parlare di date, nella convinzione che potrebbe fare il gioco degli avversari, usciti rafforzati dal voto amministrativo del 4 maggio.

 

Brown, si legge sul domenicale, sembra non gradire l’accordo, ritenendolo una “trappola per elefanti”. Il cancelliere teme infatti che la contropartita potrebbe essere l’appoggio a tutte le riforme più controverse che Blair intende portare avanti su sanità, istruzione e sicurezza, in particolare sulla reintroduzione delle carte d’identità. Per i fedelissimi di Blair il rifiuto di Brown potrebbe essere un modo per far capire al premier che farebbe bene a lasciare Downing Street entro quest’anno, possibilmente entro quest’estate.

 

A complicare ulteriormente la situazione circolerebbero voci, scrive ancora il domenicale britannico, riguardo a una possibile candidatura, alternativa a Brown, del neo ministro dell’Interno John Reid. Stando a quanto riferito da diverse fonti, citate dal Sunday Times, l’ex titolare della Difesa, spostato agli Interni dopo il rimpasto di governo seguito alla disfatta del voto amministrativo, avrebbe sondato il parere di diversi colleghi sulle possibilità reali di una sua candidatura. Notizia smentita da un suo portavoce, che ha definito le speculazioni “ridicole” e del tutto prive di fondamento.

A tener viva l’accoglienza, ci pensa l’associazionismo che trova oggi nuova vitalità. Si prenda l’esperienza di Marco Badini, che rappresenta la seconda generazione, guida l’associazione di Gropparello (è il più giovane presidente delle associazioni di Piacenza Insieme), e ha preso in consegna il testimone dal padre cavalier Egidio Badini, classe 1931, che si spostò a Londra nel secondo dopoguerra.

Gordon Brown presenta budget 2006-2007

Gordon BrownGordon Brown presenta budget 2006-2007

Il cancelliere dello Scacchiere, Gordon Brown, ha presentato alla Camera dei Comuni, a Londra, il budget 2006-2007. Eccolo con la tradizionale valigetta di pelle rossa, in cui sono custoditi i documenti sul bilancio dello Stato, che quest’anno mette in evidenza soprattutto i fondi per l’istruzione e la ricerca.

Il budget presentato dal ministro della Finanze britannico, che per l’anno in corso prevede una crescita economica compresa tra il 2 e il 2,5 per cento, include imposte piu’ alte su sigarette, vino e birra, sgravi fiscali per l’acquisto di auto ecologiche e piu’ aiuti all’istruzione e all’assistenza sanitaria.

Gordon Brown ha illustrato il programma in una seduta spumeggiante:
“Non ci saranno nuove imposte su cibo, libri, giornali, né sui biglietti per i mezzi pubblici, abiti e scarpe per bambini, comprese le infradito”, ha scherzato.
“Saranno congelate le imposte su whisky e superalcolici per il nono anno consecutivo. Per il whisky, sottolinea, è il periodo piu’ lungo, perché è da 50 anni che non vede aumenti”.

Il cancelliere dello Scacchiere ha proseguito scherzando anche sui mondiali di calcio, sostenendo che, in previsione di una vittoria del’Inghilterra ai campionati, congelerà anche le tasse su champagne e vino inglese.

Una seduta vivace, fino a quando lo speaker della Camera non richiama i presenti a un piu’ adeguato contegno dicendo: “order order”!