Articoli su Londra

Alloggio a Londra Informazioni Corsi di inglese Lavoro Hotel e Ostelli in tutto il mondo Viamundis 

Cosa vedere a Londra (150 luoghi) Impara l'inglese: archivio di oltre 200 mila testi di canzoni 


Londra: in libreria in uscita il seguito del magico Peter Pan

Londra: in libreria in uscita il seguito del magico Peter Pan

L’idea di dare un seguito al racconto di J. M. Barrie è venuta all’ospedale ‘Great Ormond Street’, cui lo scrittore aveva ceduto i diritti d’autore in favore dell’assistenza ai bambini malati.
(Adnkronos/Ign) – I Bimbi Sperduti sono diventati rispettabili Signori un po’ annoiati ma continuano a sognare Peter Pan, il bimbo che non cresce mai, che ora vive in una Neverland circondata da acque inquinate. Ma dopo 102 anni, all’improvviso, il loro eroe torna a volare verso nuove avventure.

S’intitola ‘Peter Pan in Scarlet’ (in italiano sarà probabilmente tradotto con ‘L’abito rosso di Peter Pan’) il seguito ufficiale del racconto di James Matthew Barrie che ha per protagonisti il ragazzino che non vuol crescere, Wendy e i suoi fratellini, la fata Campanellino e il terribile Capitan Uncino. Il libro, pubblicato dalla Oxford University Press, è arrivato ieri ufficialmente nelle librerie della Gran Bretagna e in un’altra trentina di Paesi, con una prima tiratura di 500 mila copie. L’autrice scelta per scrivere il seguito del classico di Barrie, uscito per la prima volta nel 1904, è la scrittrice inglese Geraldine McCaughrean, nota per numerosi riconoscimenti nell’ambito della narrativa per l’infanzia.

L’idea di prolungare l’opera di Barrie è venuta all’ospedale ‘Great Ormond Street’ di Londra, cui lo scrittore nel 1929 aveva ceduto tutti i diritti d’autore in favore dell’assistenza ai bambini malati. Diritti che sarebbero scaduti nel 2007, 70 anni dopo la morte di Barrie: l’ospedale londinese si è dunque affrettato a dare alla luce un seguito del libro. La scelta di Geraldine McCaughrean, 54 anni, è arrivata al termine di una selezione di più di 200 autori, ognuno dei quali aveva sottoposto all’esame di una giuria una sintesi e un capitolo del libro che avrebbe voluto scrivere.

‘Peter Pan in Scarlet’ vede di nuovo all’opera il ragazzino prodigio nell’isola che non c’è. Siamo nel 1926, vent’anni dopo il ritorno di Wendy e dei fratellini nel mondo reale. Peter si ostina nella sua decisione di non voler diventare adulto, mentre la ragazzina e gli altri bambini sono diventati grandi, anche se continuano a essere attratti dai sogni che raccontano di pirati e sirene, navi da guerra e coccodrilli. Wendy è una madre di famiglia, nonché sedicente poetessa e cripto-femminista, mentre il cane-balia, Nana, è morto (ma ha lasciato diversi eredi). Il gruppetto ormai attempato torna all’infanzia con l’aiuto di una nuova fatina (Campanellino, nel frattempo, è scomparsa) e arriva magicamente a Neverland, che però appare inquinata, autunnale, mesta, con Peter Pan che geme: ”Sto morendo di noia”.

Abbazia di Westminster ospita il ‘National Poetry day’

Abbazia di Westminster ospita il ‘National Poetry day’

Londra – (Adnkronos) – L’abbazia di Westminster a Londra sara’ il magnifico scenario giovedi’ 5 ottobre del principale evento del ”National Poetry Day”, ovvero della giornata nazionale inglese dedicata alla poesia. Nel cosiddetto ”Poets’ Corner” dell’abbazia, Andrew Motion, il poeta laureato della nazione inglese, sara’ il protagonista della serata in cui saranno celebrati 120 autori in versi della storia della letteratura britannica. A leggere una selezione di poesie insieme a Motion saranno gli attori Donald Sinden e Patricia Routledge.

Nell’occasione Andrew Motion, che e’ stato insignito dalla regina Elisabetta II del titolo di ”Poet Laureate” nel maggio 1999, leggera’ anche alcune sue poesie, compresi nuovi poemi dedicati alla recente scomparsa del padre. ”Sara’ un’esperienza magnifica poter leggere versi a Westminster, perche’ l’abbazia promana una rarefatta atmosfera e una bellezza incomparabile, consentendo alle persone di concentrarsi meglio sulle parole ascoltate”, ha detto Motion.

Saranno decine le iniziative organizzate in Gran Bretagna per il National Poetry Day, tutte coordinate dalla Poetry Society di Londra, che quest’anno invita a riflettere sul tema dell’identita’. ”Poesie dell’identita’ in un mondo che cambia” sara’ il titolo della conferenza di Joan Bakewell nella St Giles Church di Londra. I poeti Simon Armitage, Jackie Kay, Moniza Alvi e Nick Laird racconteranno come il tema dell’identita’ e’ presente nei loro poemi durante incontri che si terranno in varie citta’. Letture di poesie si terranno per l’intera giornata al Poetry Cafe’ di Londra.

J.K.Rowling eletta migliore scrittrice brittannica vivente

J.K. Rowling eletta migliore
scrittrice britannica vivente

http://ilgiorno.quotidiano.net

 

 La madre della celebre saga sul giovane mago Harry Potter (è in cantiere il 7° libro) è stata insignita del titolo dai lettori di una rivista letteraria 

 Londra, 8 giugno 2006 – La creatrice di Harry Potter è stata designata la più grande scrittrice britannica contemporanea vivente dai lettori di una rivista letteraria.
Secondo i lettori di ‘The Book Magazine’, J.K.Rowling sopravanza di molto altri suoi colleghi come Ian McEwan, Salman Rushdie, Harold Pinter e A.S.Byatt.
La scrittrice scozzese, attualmente alle prese con il settimo e ultimo volume della saga di Harry Potter, ha ricevuto tre volte il numero dei voti del suo immediato inseguitore, Terry Pratchett.
 

Il vero Shakespeare ha l’orecchino

Il vero Shakespeare ha l’orecchino

(Tratto dal quotidiano il Giorno)
 
Un uomo sui quarant’anni con un orecchino d’oro sarebbe l’unica vera immagine del poeta inglese, la sola ad essere stata fatta quando il drammaturgo era ancora vivo 

 LONDRA, 5 FEBBRAIO 2006 – L’unica immagine veritiera di William Shakespeare? Un uomo sui quarant’anni con un orecchino d’oro, la sola a essere stata fatta quando il drammaturgo e poeta inglese era ancora vivo.

Si tratta, scrive il Sunday Times di oggi, del cosiddetto ritratto Chandos, che insieme ad altri cinque ritratti ‘verosimili’ e’ stato sottoposto ad indagini molto scrupolose alla National Portrait Gallery di Londra, in vista di una mostra dedicata al bardo di Stratford on Avon. Il ‘Chandos Portrait’ immortala Shakespeare quando aveva tra i 35 e i 40 anni, un eta’ che coincide con la datazione fatta dagli esperti, per i quali il quadro fu dipinto tra il 1600 e il 1610.

Secondo i documenti esaminati, il ritratto e’ opera di John Taylor, un attore amico di Shakespeare. Nel 1856 l’opera fu donata da Lord Ellesmere alla National Portrait Gallery, come prima opera della collezione del museo. Osservando il quadro ai raggi X, si e’ stabilito tra l’altro che la parte dell’orecchino d’oro e’ una delle poche non rimaneggiate o ritoccate (parte della barba, ad esempio, fu aggiunta successivamente).

La mostra esibira’ altre presunte immagini di Shakespeare, come l’incisione di Martin Doreshout, la piu’ celebre e la piu’ riprodotta su migliaia di libri e poster dedicati al poeta, ma sulla quale ci sono forti dubbi: Droeshout non incontro’ mai Shakespeare, dicono gli storici della letteratura. Gli esperti del museo hanno anche bollato come fasullo il cosiddetto ritratto Flower, di proprieta’ della Royal Shakespeare Company: e’ un falso del 19.mo secolo, copiato da un’immagine su legno del 16.mo secolo.

Ci sara’ anche un altro famoso ‘Shakespeare': il ritratto Grafton, che ispiro’ l’immagine giovanile dell’autore, la stessa ripresa nel film ‘Shakespeare in Love’. Questo quadro risale agli anni 80 del ‘500, quando Shakespeare era ventenne. Tuttavia, non sono state trovate prove che confermino che si tratti du lui. 

Di Hilary Spurling il miglior libro dell’anno

MatisseDi Hilary Spurling il miglior libro dell’anno
25/01/2006 21.23.00

(ANSA) – LONDRA, 25 GEN – ‘Matisse the Master’ di Hilary Spurling si e’ aggiudicato il prestigioso premio letterario Whitbread come miglior libro dell’anno. Il secondo volume della biografia del pittore – cominciata dalla scrittrice 15 anni fa – ha sbaragliato il favorito ‘The Accidental’ di Ali Smith – arrivato solo quarto a pari merito con il romanzo ‘The Harmony Silk Factory’ di Tash Aw – anche se ha vinto solo per una manciata di voti rispetto al secondo classificato, ‘The New Policeman’, di Kate Thompson.