Articoli su Londra

Alloggio a Londra Informazioni Corsi di inglese Lavoro Hotel e Ostelli in tutto il mondo Viamundis 

Cosa vedere a Londra (150 luoghi) Impara l'inglese: archivio di oltre 200 mila testi di canzoni 


Possibile multa per i proprietari di un labrador obeso

Possibile multa per i proprietari di un labrador obeso
Lobesità in Gran bretagna è diventata un caso nazionale, un nemico da combattere. Infatti è rutenuta la più grave minaccia per la salute dopo il fumo. Sta di fatto che i proprietari di un labrador verranno probabilmente multati perchè avevano fatto si’ che il loro cane diventasse troppo grasso. Rusty, nove anni, è arrivato a pesare 73 chilogrammi, mangiando di tutto, gli mancava il fiato e sembra più che un cane, un leone marino. La protezione animali, dopo una visita veterinaria, ha contattato i padroni del labrador, i fratelli Benton, ed ha deciso di denunciarli. Dopo una prima prima udienza al tribunale di Ely, David Benton, uno dei fratelli, ha dichiarato che il cane ”e’ sempre stato grasso fin da quando era cucciolo” e che secondo lui non sta male. Ma secondo l’accusa i fratelli dovrebbero essere multati per crudeltàcontro gli animali. Se questo dovesse accadere ci sarebbe un importante precedente per la salvaguardia degli animali domestici.

Londra 21/7: incriminata donna per atti terroristici

Londra 21/7: incriminata donna per atti terroristici

http://corriere.it
LONDRA – Incriminata una ragazza di’ 18 anni in relazione ai falliti attentati del 21 luglio 2005 a Londra. E’ accusata di favoreggiamento nei confronti di uno dei terroristi che volevano ripetere il massacro di due settimane prima. Lo ha annunciato la polizia britannica in un comunicato. La giovane, arrestata il 27 settembre scorso, tra il 21 e il 27 luglio 2005, avrebbe aiutato Yassin Hassan Omar, un somalo di 24 anni, il primo incriminato per i falliti attentati, ”per evitargli di essere arrestato”. (Agr)

Calcio Inglese: scandalo tangenti

Calcio Inglese: scandalo tangenti

(AGM-DS) – Londra – Esplode lo scandalo in Inghilterra: un programma della BBC ha rivelato martedi` un sistema di tangenti. `Pagamenti illegali`, cosi` li chiama il sito della piu` importante e autorevole rete televisiva inglese, che durante il programma `Panorama` ha mostrato alcuni filmati sotto copertura. In uno di questi video due agenti di mercato confermano di aver pagato tangenti a Sam Allardyce, allenatore-manager del Bolton, formazione della Premier League (la serie A) britannica, nonche` potenziale sostituto del ct della Nazionale, Eriksson, ai tempi del suo addio. I soldi gli sarebbero stati offerti per favorire il trasferimento di alcuni giocatori.

Il tecnico ha negato qualsiasi coinvolgimento, ma la Federcalcio inglese ha subito richiesto alla BBC tutte le prove in suo possesso, per investigare su `ogni possibile infrazione dei regolamenti`. Anche lo stesso Bolton ha fatto sapere che prendera` in esame i filmati, riservandosi di prendere provvedimenti in un secondo momento.

Oltre ad Allardyce sono coinvolti dai filmati di `Panorama` anche il boss del Portsmouth Harry Redknapp e il suo vice di allora, Kevin Bond, segretamente ripreso mentre ammette di considerare l`ipotesi di accettare denaro da parte di una nuova agenzia di procuratori. Tutti i protagonisti della vicenda hanno negato fortemente, cosi` come il Chelsea, finito in questo polverone per un video che mostra il direttore del settore giovanile, Frank Arnesen, in comportamenti poco etici nel tentativo di assicurarsi la stella 15enne del Middlesbrough, Nathan Porritt.

In tutto sarebbero 18 i manager, presenti e passati, che la BBC, a quanto rivela il programma `Panorama`, sarebbe pronta a `incastrare` per aver accettato bustarelle. Il ministro dello sport inglese, Richard Calborn, ha spiegato che e` `necessario difendere l`integrita` dello sport, ci sono regole chiare per agenti e manager`.

“Liquida” la moglie con 65 millioni

«Liquida» la moglie con 65 milioni

http://ilgiornale.it
 
 
Per lei il sogno d’amore è finito, ma perlomeno inizia quello di ricchezza. Il tribunale inglese che ha deciso la causa di divorzio dei coniugi Charman, ha infatti stabilito il marito, John, debba versare alla moglie, Beverley,la somma record di 65 milioni di euro. Una cifra mostruosa che cancella perfino la storica causa di separazione di Donald e Ivanka Trump, aggiudicandosi il record di divorzio più costoso di tutti i tempi, di sicuro in Gran Bretagna, e forse anche nel mondo.
Con grande scorno del 53enne signor John Charman,  ovviamente. Quando i due si sposarono, nel 1973, formavano una coppia con normali disponibilità finanziarie. Oggi, Charman ha costruito un impero finanziario nel fiorente settore delle assicurazioni in Inghilterra. Oltretutto la gestione del patrimonio, come si fa spesso nei Paesi anglosassoni, è stata affidata a una società fiduciaria, la Dragon Trust, fondata nel 1987 alle Bermuda e valutata 100 milioni di euro. Il giudice della sezione di diritto familiare dell’Alta Corte di Londra ha deciso che Charman dovrà comunque versare una cifra congrua alla moglie,  più giovane di lui di un solo anno, e ha ritenuto insufficiente l’offerta di 9 milioni più la loro casa nel Kent.
L’imprenditore ha già fatto sapere che presenterà ricorso, ritenendo «ingiusta e irragionevole» la sentenza che, obietta l’uomo, cancella la decisione presa 20 anni fa dalla coppia di conferire il patrimonio alla fiduciaria per conservarlo e trasmetterlo agli eredi. «Le avevo offerto molto di più di quanto una persona può consumare in una vita», si è lamentato Charman, facendo notare che la moglie non meriterebbe una cifra simile. 
 

Londra. Veglia per de Menezes ucciso un anno fa dalla polizia che lo credeva un terrorista

Londra. Veglia per de Menezes ucciso un anno fa dalla polizia che lo credeva un terrorista

http://euronews.net 

Una veglia in memoria di Jean Charles de Menezes segna il primo anniversario dell’uccisione, a Londra, del ventisettenne brasiliano scambiato per un terrorista. Proprio lunedi’ scorso è stata conclusa l’inchiesta della magistratura, che ha stabilito non doversi procedere contro alcun ufficiale di polizia coinvolto nel tragico errore. Una decisione definita scandalosa dalla famiglia della vittima.

A rendere omaggio alla memoria di de Menezes anche i due fratelli di religione musulmana arrestati per terrorismo nel giugno scorso e poi rilasciati perché risultati estranei a qualsiasi attività illegale. La veglia si è svolta vicino alla stazione della metropolitana di Stockwell, dove l’elettricista brasiliano fu freddato da sette colpi di pistola alla testa. All’epoca dei fatti, Londra aveva subito da poco gli attacchi terroristici ai mezzi di trasporto pubblico. I poliziotti credettero di riconoscere in de Menezes un sospetto.
 
 

Pagina successiva »